lunedì 10 marzo 2008

I don't like mondays

Sveglia preso, intorno alle otto meno un quarto (lo so, tecnicamente non è presto, ma per me prestissimo, se foste insonni anche voi capireste). Comunque: sveglia presto. Arrivo in redazione alle nove meno un quarto. Ore nove e quindici briefing per intervista a Daniela Santanchè. Ore nove e mezzo arrivo della Santanchè. Incontro con Danielona fino quasi a mezzogiorno (per inciso: la Santanchè è fino ad ora il politico che ha detto più cose di sinistra di tutti quelli del PD ascoltati. Il problema è che ne è totalmente inconsapevole e poi contemporaneamente dice anche cose terribilmente di destra, ma così destra che fanno dimenticare anche quelle di sinistra). Ore 12 inizio riunione di redazione. Ore 13.30 pausa pranzo. Per gli altri. Per me sbobinamento intervista a Santanchè. Ore 15 un'ora di telefonata-litigio con il coinquilino. Ore 16 chiusura della pagina di musica, altro sbobinamento, dieci telefonate di lavoro, compilazione lista per cd musicale, altro sbobinamento. Ore 18 coda sulla Corelli. Ore 19 corsa contro il tempo per sequenza tintoria-sarta-calzolaio-spesa varia. Ore 20 a casa. Ore 20.30 cottura del minestrone (che se no scade e bisogna farlo entro stasera). Detto questo: alle 22 ci sarebbe il concerto dei MGMT e io sarei anche tentata di usicre sotto la pioggia ed andare dall'altra parte della città a sentire questi. Però se fanno cagare sappiate che me la prendo con voi, soprattutto con voi due.

6 commenti:

  1. io ti assicuro solo che sono molto carini e fumati.
    (ocio che inizia alle 23 e 30)

    RispondiElimina
  2. avessi letto prima avrei scritto:

    vacci vacci!

    adesso posso solo dirti che spero tu ci sia andata.

    ;)

    RispondiElimina
  3. Ti ricordo il titolo del blog... o forse il significato del sottotitolo vince sul main title (cioè, comincio lunedì a fare la pigra)?

    RispondiElimina
  4. Eddai, ha il suo indubbio fascino la frenetica vita da giornalista!

    RispondiElimina
  5. Allora: alla fine sono andata. Mah. Boh. Sì, certo, son giovani e suonano bene, ma tutto questo entusiasmo sinceramente. Il singolo che fa "pippi-piririri-pippi" è molto bello, gli altri pezzi mi hanno annoiato, soprattuto i primi 4 erano totalmente indistinguibili l'uno dall'altro. Ma io sono vecchia, di musica non capisco un cazzo e ormai mi annoio troppo facilmente. A me mancano gli Strokes, figuratevi.

    RispondiElimina
  6. E ti sei pure persa X Factor.

    RispondiElimina