venerdì 29 agosto 2008

E c'è qualcuno che vorrebbe una donna presidente degli Stati Uniti

Io non potrei mai. Io, in quei (questi) giorni, non potrei neanche presiedere la giuria di un festival del cinema: ho singhiozzato durante la proiezione di The burning plain. Ho pianto durante quella di Pa-ra-da. Mi sono commossa persino durante Valentino: the last emperor. Una donna in premestruo non è un giudice attendibile.

6 commenti:

  1. Magnesio, ragazza!

    RispondiElimina
  2. Magnesio?? Cioè con il magnesio si smette di frignare? Sto per entrare in sala per il film di Ozpetek: me ne servirebbe a quintali. Subito!

    RispondiElimina
  3. fa cosi' piangere, eh, 'The burning plain'.
    Comunque possono dire in tutte le salse che Charlize Theron è stupenda, eccetera:per me quella emozionante (e struggente)è Kim Basinger.
    Laura

    RispondiElimina
  4. (ho letto la trama di 'UN giorno perfetto...ma che film è?io non riuscirei mai a vederlo?!ma Ozpetek è ufficialmente il regista più tragico della storia?)
    Laura

    RispondiElimina
  5. Il film di Ozpetek è così brutto che è riuscito a NON farmi piangere, vedete voi

    RispondiElimina
  6. uh, grazie , simona, bella anticip(chè me, adire il vero, Ozpetek non piace, eccezion fatta -forse-per 'Le fate ignoranti'.
    Laura

    RispondiElimina