domenica 1 giugno 2008

Too Posh To Push


Sul numero di luglio di Vanity Fair America, Angelina Jolie (stra)parla della sua carriera, di Brad, di famiglia e, ovviamente, delle sue due gravidanze, rivelando che la nascita di Shiloh è avvenuta attraverso taglio cesarro (e presumibilmente anche la nascita dei due gemelli, dato che son gemelli e che come si dice "one cesarian, always cesarian"). Comunque, nei commenti sul sito si scatena una polemica alimentata dai sostenitori del "devi partorire con dolore" che pensavo che la Jolie - come molte altre donne di spettacolo - abbia scelto il cesareo per motivi estetici e di praticità che per reale necessità. Tutto piuttosto noioso fino a quando un geniale commentatore se ne esce con questa battuta: "Too Posh To Push", troppo snob per spingere.
[aggiungete qui sotto il solito commento sulla superiorità della lingua inglese su quella italiana].

4 commenti:

  1. solito commento1 giugno 2008 15:16

    cesareo, nella lingua italiana
    ("too posh too push" sta alla titolistica inglese sul parto come "allarme gelo" sta a quella italiana sulle nevicate)

    RispondiElimina
  2. Sarà, ma a me fa ridere

    RispondiElimina
  3. Vista la copertina pensavo alla scollatura. Comunque calza.

    RispondiElimina
  4. Solo io trovo terrificante la foto dell'Angelina?
    Tanto per: cacchio c'ha in testa, dove ce l'ha l'attaccatura dei capelli?
    E poi sembra di cera... :-)

    RispondiElimina